34^ stagione "Cineforum Domodossola" - La paranza dei bambini

Alta Ossola, Domodossola

Corso Paolo Ferraris, 50

Gio 5 dicembre 2019   Dalle 20:45 alle 22:45

Associazione  |   Cinema / Film  |   Culturale  |   Divertimento  |   Incontri


Evento a pagamento  
Evento ricorrente

Vota l'evento

Gallery

Condividi
ossolaeventi-la-paranza-dei-bambini-982e9.jpg Evento organizzato da:
Associazione Cineforum Domodossola

In collaborazione o con il patrocinio di:
Fondazione Comunitaria VCO e Città di Domodossola

Descrizione luogo evento:
Cinema Corso

Visita il sito dell'evento

Regia: Claudio Giovannesi
Soggetto: dal romanzo omonimo di Roberto Saviano
Sceneggiatura: Maurizio Baucci, Claudio Giovannesi, Roberto Saviano
Fotografia: Daniele Ciprì
Montaggio: Giuseppe Trepiccione
Musica: Andrea Mascianese
Scenografia: Daniele Frabetti
Costumi: Olivia Bellini
Interpreti: Francesco DI Napoli (Nicola), Viviana Aprea (Letizia), Mattia Piano Del Balzo (Briatò), Ciro Vecchione (O'Russ), Ciro Pellecchia (Lollipop), Ar Tem (Tyson).
Produzione: Carlo Degli Esposti, Nicola Serra per Palomar /Vision Distribution
Distribuzione: Vision Distribution
Durata: 105'
Origine: Ita/Fra, 2019.

 

Tratto dall'ultimo romanzo di Roberto Saviano, di cui lo scrittore è anche sceneggiatore insieme al suo collega Maurizio Braucci, "La paranza dei bambini", la più recente fatica cinematografica di Claudio Giovannesi, giovane regista romano già molto conosciuto per opere come "Fiore" o "Fratelli d'Italia" poi anche come regista di alcune puntate della fortunata serie televisiva "Gomorra". I ragazzi, la camorra, la difficoltà di essere adolescenti a Napoli, difficilissimo evitare la retorica, il patetismo, il già visto. Giovannesi ci riesce facilmente, prendendosi molte libertà rispetto al testo di Saviano ed evitando ogni spettacolarizzazione, scorciatoia o ambiguità. Unica stella polare il film di Matteo Garrone del 2008, "Gomorra" appunto, sempre da un testo di Saviano, che gli valse anche il Gran Premio della Giuria a Cannes 2008. A Napoli un gruppo composto da quindicenni, Nicola, Tyson, Biscottino, Lollipop, O'Russ e Briatò, vogliono emergere, persino aiutare i genitori sottoposti al pizzo. Vedono e quindi desiderano soldi facili, vestiti firmati, motorini nuovi, tavoli riservati in discoteca. Imparano ben presto a maneggiare le armi, i loro feticci, quindi possono sognare e realizzare di sfrecciare impunemente in scooter per prendersi il Rione Sanità, all'indomani dell'arresto del boss e con l'aiuto di un boss rivale agli arresti domiciliari. Si illudono di eliminare il pizzo dal loro territorio, come banditi che rubano ai ricchi per dare ai poveri. Emblematicamente, per un film che non vuole offrire un repertorio scontato, nella scena più violenta non muore nessuno, tranne un albero. Un albero di Natale che troneggia in Galleria Umberto a Napoli ma viene abbattuto, trascinato via (l'evento è un fatto tratto dalla cronaca) e dato alle fiamme da una banda di ragazzi che lo strappa ad una gang rivale. Ucciso il Natale, metaforicamente l'infanzia, la storia può cominciare. Nascere per questi ragazzi è già un'aggravante della pena di vivere, oppure essere giovani in un paese per vecchi. La porzione di Napoli che aveva suggerito ad Eduardo De Filippo la tragica parabola camorristica de "Il Sindaco del Rione Sanità", cui protagonista e capo incontrastato si vedeva costretto all'inizio a dare ragione ai cani da guardia piuttosto che la moglie da essi aggredita, registra adesso in "La paranza dei bambini" un giro di vite, un ricambio generazionale che suona come una maledizione. Avere avuto i propri natali nel Rione Sanità, come contesto e non solo luogo deputato specifico, equivale ad essere partiti col piede sbagliato, dover mettere in conto altri modelli e stili di vita come possibilità concreta, verosimile, circostanziata. La regia si mantiene nel solco di un realismo piano (il solco di Garrone come dicevamo), senza volgarità e senza estetismi, assumendo una posizione interna all'ambiente, con un alone inevitabile di compassione per i ragazzi (il protagonista ha una faccia buona, fin troppo; la storia d'amore che vive con la coetanea è candida). Il meglio Giovannesi, come nei suoi film precedenti, lo dà nei dettagli precisi, rivelatori, messi lì quasi senza farsene accorgere: l'affacciarsi di Nicola alla finestra a guardare la strada deserta o il matrimonio dei boss. Esemplare l'uso dei giovanissimi attori, scelti con un accorto casting, e sui quali il film sembra cucito.

 

PRESENTAZIONE DELLA STAGIONE

La trentaquattresima edizione del Cineforum di Domodossola è alle porte e anche quest’anno abbiamo deciso di giocare d’anticipo rispetto al passato, proponendo una corposa porzione del calendario prima della sosta natalizia ed organizzando la serata inaugurale per GIOVEDI’ 24 Ottobre alle ore 21 al Cinema Corso.

Prima di entrare nel dettaglio della nuova stagione, facciamo una breve analisi di quella passata.
Il bilancio della stagione 2018/19, dal punto di vista economico, si è chiuso in sostanziale pareggio: l’obiettivo è stato raggiunto grazie agli sponsor presenti in questo libretto, che sovvenzionano i costi di stampa, e alla generosità dei nostri soci: i fondi raccolti durante la serata finale, offerta gratuitamente dal Cinema Corso, hanno contribuito in maniera determinante al pareggio di bilancio, che comunque non avremmo potuto raggiungere senza il fondamentale contributo della Fondazione Comunitaria del VCO, che ha accettato la nostra candidatura e promosso la stagione 2018/19 dell’Associazione nell’ambito del bando Arte e Cultura.

Grazie al contributo abbiamo potuto offrire ai nostri soci una rassegna più ricca tornando a proporre 20 film da ottobre ad aprile e organizzando una piccola rassegna di film per le scuole primarie senza alcun costo a carico delle famiglie degli alunni.

Il vostro apprezzamento alle nostre proposte è stato molto alto: il voto medio è stato per l’81% dei soci “alto” o “molto alto”, ben 9 punti percentuali in più della stagione precedente.

I film più amati, oltre alla serata finale di A star is born, sono stati Ella & John, L’insulto, Hostiles, Blackkklansman e il Wiston Churchill di L’ora più buia, tutti tra il 92% e il 97% di voti “alti” o “molto alti”.

I risultati completi sono pubblicati sul nostro sito www.cineforumdomo.it e sono riportati nelle pagine seguenti di questo opuscolo.

Tornando alla nuova stagione, siamo felici di comunicare che anche quest’anno il nostro progetto abbia convinto la commissione della Fondazione Comunitaria del VCO, la quale ha rinnovato il contributo elargito alla nostra Associazione nell’ambito del nuovo bando Arte e Cultura 2019.

Unendo, a questo, l’impegno del gestore del Cinema Corso a mantenere nuovamente invariati i costi di affitto di sala e pellicola, come ormai da molte stagioni, potremo proporre ai nostri soci una nuova selezione di 20 film di alta qualità e recentissima uscita, oltre alla tradizionale serata offerta di fine stagione, senza variare il prezzo delle tessere.

Grazie allo stesso contributo stiamo anche lavorando in parallelo su altre iniziative, prima fra tutte una collaborazione, di cui andiamo molto fieri, con l’Associazione Auser e il progetto “La cura è di casa”, che permetterà di portare un ciclo di quattro proiezioni, tra ottobre e febbraio, presso la RSA di Domodossola, rendendo il cinema anche un’opportunità per favorire la socializzazione e l’intrattenimento per le persone più fragili.

Altre iniziative su cui stiamo lavorando sono una nuova rassegna di film per le scuole primarie e una collaborazione con l’AIS (Associazione Italiana Sommelier) per alcune serate di degustazione associate a una proiezione a tema.

Tutti i dettagli saranno comunicati tramite il nostro sito, la pagina Facebook e la nostra newsletter, oltre che durante la presentazione del film pre-proiezione.

Venendo al calendario, quest’anno abbiamo puntato molto sulla pluralità.

Se è meno corposo del solito il plotone degli italiani con soli tre titoli (tra cui spicca Il traditore, candidato italiano agli Oscar 2020, storia del pentito Buscetta interpretato magistralmente da Pierfrancesco Favino), rimane invece consistente quello hollywoodiano, con cinque opere tra cui segnaliamo il vincitore degli Oscar 2019, Green Book, e il doloroso e intenso Beautiful boy, nostro film inaugurale, con uno Steve Carell insolitamente in un ruolo drammatico e la nuova stella Timothée Chalamet, già protagonista del film di apertura della scorsa stagione, Chiamami col tuo nome.

Non mancano ovviamente i grandi registi, come Marco Bellocchio, Pedro Almodovar che torna in rassegna con il personalissimo Dolor y gloria o Jia Zhangke con I figli del fiume giallo.

Il parterre dei grandi attori è poi particolarmente ricco, da Penelope Cruz a Sean Penn, da Julianne Moore a Joaquin Phoenix, da Stefano Accorsi a John Turturro, da Nicole Kidman a Viggo Mortensen. Rispetto al passato, abbiamo poi cercato di alleggerire la rassegna con qualche commedia in più, come il francese 7 uomini a mollo, lo spagnolo Non ci resta che vincere o il cipriota Torna a casa, Jimi!.

Qui di seguito è allegato il programma completo della stagione, con le schede di tutti i film in cartellone.

Le stesse schede e tutti i dettagli si trovano anche sul nostro sito web.

Buona stagione di grande cinema a tutti!

Alessandro e Massimo Magrì

 

PREZZI

INGRESSO IN ABBONAMENTO: 70,00 €
INGRESSO STUDENTI SINO AD ANNI 24*: 30,00 €
TESSERA PER 5 FILM: 30,00 €

per studenti sopra i 19 anni è necessario presentare il tesserino universitario

 

PREVENDITA ABBONAMENTI

 - CINEMA CORSO (in orario spettacoli)
 - ANTICA FARMACIA DEL BORGO, via Romita 18
 - TRISCHETTI, C.so P. Ferraris
 - PRO LOCO DOMODOSSOLA, Piazza G. Matteotti


ossolaeventi-la-paranza-dei-bambini-982e9.jpg Evento organizzato da:
Associazione Cineforum Domodossola

In collaborazione o con il patrocinio di:
Fondazione Comunitaria VCO e Città di Domodossola

Descrizione luogo evento:
Cinema Corso

Visita il sito dell'evento

ossolaeventi-la-paranza-dei-bambini-982e9.jpg Evento organizzato da:
Associazione Cineforum Domodossola

In collaborazione o con il patrocinio di:
Fondazione Comunitaria VCO e Città di Domodossola

Descrizione luogo evento:
Cinema Corso

Visita il sito dell'evento

ossolaeventi-la-paranza-dei-bambini-982e9.jpg Evento organizzato da:
Associazione Cineforum Domodossola

In collaborazione o con il patrocinio di:
Fondazione Comunitaria VCO e Città di Domodossola

Descrizione luogo evento:
Cinema Corso

Visita il sito dell'evento


Allegati da visualizzare o scaricare:

La paranza dei bambini

Scopri altri eventi in:

Alta Ossola


Presto ONLINE!